giovedì 29 giugno 2017

Recensione: "JOHN & JACKIE" di T.J. Klune.



Genere: M/M
Editore: Amarganta
Prezzo: € 2,99
Uscita: 26 Marzo 2017



Acquistalo QUI! 









 Sinossi:  
John e Jackie si incontrano da bambini. Ora, settantuno anni dopo, Jack si prepara a dare a suo marito l’ultima immensa prova d’amore. Aspettando il tramonto, durante un intero pomeriggio, John e Jackie faranno rivivere cinque momenti chiave della loro vita insieme. Dal primo bacio alla violenza di un padre alcolizzato. Dall'insidia delle tentazioni del mondo alle difficoltà della maturità. Esperienze che hanno determinato quel che sono diventati e definito la  profondità del sentimento che li unisce. Mentre il sole declina, se fin dal primo giorno John non ha voluto altri che Jackie, nel loro ultimo Jackie dovrà farsi forza, vincendo ogni egoismo e remora, per concedere a John la morte decorosa che desidera.



Per favore, mi dice. Mi faccio strada tra la paura e scavo a fondo. Perché quando John dice per favore, io muovo Cieli e Terra per dargli ciò che mi chiede...Signore dammi la forza per questo, nella mia ora del bisogno. Per favore aiutami a trovare la forza di fare ciò che farò. Perdonami per quello che devo fare. Proteggerlo, sorvegliarlo. Occuparmi di lui come faccio. Accudirlo come fosse la cosa più preziosa al mondo. Perché lo è. Il tramonto si allunga e si fa ancora più vicino alla terra. E io gli racconto la storia di noi due.”

Ho scelto di aprire questa recensione con le parole di Jackie per farvi subito sapere che questa storia per me è stata molto dura da metabolizzare. A mio parere si intuisce subito che questo piccolo capolavoro vi porterà via il cuore. Per me è stato così.
Non sapevo da che parte cominciare per parlavi dei protagonisti.
Chi legge abitualmente romance m/m sa benissimo di cosa sia capace questo autore, della gamma di emozioni che riesce a trasmettere al lettore con i suoi scritti, ma stavolta è stata veramente dura.
Questo racconto è davvero una perla rara: in pochissime pagine T.J. è riuscito a darmi l'idea di cosa sia l'amore in tutte le sue sfaccettature. Un amore nato tra i banchi di scuola tantissimi anni fa, in un'epoca dove vivere l'omosessualità alla luce del giorno era semplicemente impossibile, ma che non ha mai vacillato.
L'autore ha deciso di raccontare questa storia attraverso la voce di Jackie. La vivida e sofferente voce di Jackie sta raccontando una storia d'amore, la sua storia d'amore, al suo grande amore: John.
Dio! Sto per scoppiare a piangere di nuovo mentre scelgo le citazioni da inserire nel testo!
Questo autore è devastante! Mi uccide con i suoi libri, ma non mi stancherei mai di leggerlo.
All'inizio del libro c'è la solita frasetta di routine: “I fatti e le persone descritti sono frutto della fantasia dell'autore...”, e bla, bla, bla...
Ecco io non sono d'accordo.
Sono convinta che per scrivere e trasmettere tutte le emozioni che ho provato durante la lettura non solo bisogna essere empatici, ma ci deve esser molto del proprio passato.
Come vi dicevo John e Jackie si sono conosciuti a scuola.
John è di origine messicana, alto, possente, capelli scuri, occhi scuri e pelle scura; un padre violento e una madre che li ha abbandonati.
Jackie è tutto l'opposto: smilzo, biondo con occhi azzurri e i suo genitori sono praticamente dei fanatici religiosi! Insomma due background UGUALI!!
Fatto sta che dal primo momento che John ha messo gli occhi sul suo compagno di classe, lui è diventato semplicemente Jackie:

«Sarò solo io» promise. «Solo io. Vedrai. Nessun altro ti chiamerà come faccio io. Nessuno mai lo potrà fare. Tu sentirai quel nome e saprai che sono io.» Quella frase mi fece pizzicare gli occhi, sebbene non sapessi il perché. Forse era per la sua onestà. O forse perché avevo finalmente trovato un amico. Probabilmente un po’ tutte e due le cose...«Jackie» dice, e devo lottare contro il tremore. Il mio nome sulle sue labbra è sempre stata la mia fede. L’ha sempre pronunciato come se fosse la Parola di Dio, con riverenza, come se fosse qualcosa di santo, come se io fossi qualcosa di divino.”

Lo scritto è un continuo flash back dei momenti più significativi della storia di John e Jackie, un passare dal presente al passato molto scorrevole e che aiuta il lettore a capire cosa siano questi due uomini l'uno per l'altro: l'Amore con la  A maiuscola.
Io non ho fatto altro che singhiozzare per tutto i tempo, ho praticamente sottolineato tre quarti del testo, era tutto troppo bello anche se faceva male come un coltello piantato nello stomaco.
Chi ancora oggi si ostina a dire che l'amore tra due uomini non è lo stesso che tra un uomo e una donna, non ha capito nulla nella vita!
Tenete a portata di mano una scorta di fazzoletti, ma vi prego arrivate fino in fondo al libro.
Questi sono i libri da leggere e gli autori da seguire!
Vi lascio con le parole di John, lui l'ha provato sulla sua pelle, ed è giusto che possa dire la sua, per sempre:

Non sono stato “vivo” per davvero prima che lui posasse il suo sguardo su di me per la prima volta. E da allora in poi, anche se non ho mai capito come ciò potesse essere possibile, seppi che lui era mio. E lo è stato. Lo è stato tutti i giorni. La gente dice ancora oggi che due uomini non possono amarsi nel modo in cui un uomo e una donna si amano. Che non è giusto e che è contro Dio e altre stupidaggini del genere. Bene, sono tutte stronzate. Ma stronzate così del cazzo che non riesco a sopportarlo. Per gli ultimi sette decenni ho amato un uomo senza il quale non potevo vivere. Jackie rende il mio cuore completo. Rende la mia anima completa. Senza di lui, non ci sarei io. Non sarei sopravvissuto così a lungo se lui non fosse stato al mio fianco. A ogni persona che là fuori dice che un uomo non può amare un altro uomo dico solo questo: vi state sbagliando perché “io ho amato. Sono stato amato”.




3 commenti:

  1. Mi sono commossa soltanto leggendo la tua recensione figurati quando leggerò il libro. Adoro gli mm perché tu regalano emozioni unici diversi dai fm, è un mondo pieno di dolore e amore e sofferenza. Era già in lista lettura e nel Kindle conoscendo la sua penna, ma non ho trovato ancora il momento giusto per leggerlo. Ovviamente dopo questa recensione farò in modo di leggerlo prima possibile. Bellissima recensione Michela. Grazie

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione... ora mi hai fatto proprio venire voglia di leggerlo. Sembra proprio una storia che ti rimane dentro. Grazie per le tue belle parole.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...