giovedì 23 gennaio 2014

Doppia recensione: IMPLOSION e INSIDIA di M.J.Heron.


Se nulla è come sembra, come fai a prendere la strada giusta?

Tu chi sceglieresti tra chi ti ha dato la vita e chi potrebbe togliertela?
La risposta potrebbe non essere così ovvia.





Sinossi:
Non è affatto un giorno come un altro. Il destino ha premuto il tasto on. Le loro vite stanno per cambiare in modo definitivo. Quando Katherine Evans incontra Armand non sa che dietro quelle sembianze da bello e dannato si cela uno dei più potenti Generali dell’Antica Stirpe. Non può immaginare che sarà proprio lui la sua salvezza… o la sua rovina, né può conoscere il suo vero piano: crudele, spietato, oscuro come le tenebre.

Un paranormal venato di fantasy in cui gli eventi si susseguono con i ritmi del thriller. Una verità agghiacciante sta per essere svelata. Nessuno è più al sicuro, i protagonisti stanno per essere soffocati dalle loro stesse esistenze. Ognuno di loro nasconde un segreto, nessuno può permettersi di fallire. Una sola certezza: quando supera se stesso, l’amore può uccidere.





A CURA DI PAOLA ANGHILERI



Oh, che bellezza!

Ecco finalmente un libro che ti tiene letteralmente incollata alle pagine facendoti fare le 4,30 di mattina incurante del fatto che quella stessa mattina dovresti alzarti presto per andare al lavoro.

Di che libro parlo?

Parlo di “Implosion”, libro d’esordio (e che esordio!) dell’italianissima M.J. Heron.

Si tratta di un Paranormal Fantasy Thriller che ci catapulta in un nuovo mondo. Basta con vampiri, licantropi o angeli; in questo libro abbiamo a che fare con i Kurann dell’Antica Stirpe!
Una razza che è a metà tra quella umana e quella vampiresca: i kurann hanno sensi sviluppatissimi, sono ovviamente irresistibili e praticamente immortali, devono nutrirsi di sangue oltre che del cibo normale, ma non hanno zanne (si procurano delle ferite da cui bere) e alcuni di loro sono dotati di poteri che cambiano da individuo a individuo.
Essendo un Thriller non posso dirvi molto sulla trama e sui personaggi perché rischierei di fare troppi spoiler. Adesso siete curiose, vero?
Bene!
Allora vi basti sapere che la storia parla di Katherine, la cui vita viene completamente sconvolta il giorno in cui incontra Armand: da quel momento Katherine inizierà a dubitare di tutto e tutti, soprattutto delle persone che le stanno accanto e di cui si fida ciecamente…
Inutile dire che i due protagonisti mi sono entrati nell’anima!
Lui è bello, valoroso e determinato. Lei intelligente, romantica e coraggiosa.
Insieme troveranno la forza per affrontare gli ostacoli che un destino avverso pone dinanzi a loro e far si che l’amore trionfi.
La storia d’amore viene descritta in modo molto dolce e delicato, si percepisce benissimo che l’amore che provano l’uno per l’altra è forte e puro. Ti ritrovi a sperare, a piangere e sorridere con loro e per loro, speri che tutto vada per il meglio, anche se sai che, trattandosi di una serie, probabilmente non lo scoprirai alla fine di questo libro.
È stato molto facile immedesimarmi nei personaggi grazie alla magistrale penna (o tastiera?) dell’autrice, che riesce a fare apparire tutti (kurann compresi) molto “umani”, con pensieri e debolezze, sogni e desideri tipici delle persone di tutti i giorni. Nulla di impossibile o impensabile, solo dei personaggi che ho trovato, finalmente, normali.
Nel corso della storia, avremo modo di conoscere moltissimi altri personaggi: alcuni diventeranno importanti, altri li conosceremo solo di sfuggita, altri ancora spariranno nel nulla. Ma tutti, buoni o cattivi, ci lasceranno qualcosa d’importante, qualcosa di loro.
Una menzione particolare va data all’ambientazione: siete stufe delle solite città americane come New York, Seattle, Boston and Co.? Si?
Allora questo libro fa per voi! Qui ci troviamo nella nostra amata Italia!
Scommetto che ora penserete a Roma… invece NO!

Ci troviamo in quella stupenda città dell’arte che è Firenze e l’autrice è bravissima nel farci respirare l’aria del capoluogo attraverso le vivide descrizioni del posto, dell’architettura e dell’arte, accompagnandoci per mano lungo strade, musei e monumenti.
Lo stile, fin dalle prime pagine, è coinvolgente e incalzante, ma all’occorrente sa diventare romantico e appassionato. Insomma, cattura il lettore e lo catapulta in questo nuovo mondo tra segreti, complotti e una dolcissima storia d’amore (che ha un ruolo significativo nella storia).
Non c’è un minuto di noia, non c’è un attimo di riposo. Nulla è lasciato al caso, nulla è dato per scontato. Siete avvisate!
Si potrebbero trascorrere ore a parlare di questo libro, ma non voglio annoiarvi troppo o togliervi il piacere della lettura, quindi concludo dicendovi ancora un paio di cosette: “Implosion” non è la classica storia tra il “bello e dannato” di turno e la ragazza che lo salva… assolutamente no! È molto di più!
All’interno si possono trovare moltissimi temi di vario genere, che spaziano dalle scienze alla morale, dal progresso ai propri ideali, e molto altro ancora.
L’autrice è riuscita, con questi temi, a creare un thriller appassionante e mozzafiato, che ha come “collante” l’amore, grazie al quale tutto può cambiare.


“L’amore è l’asse portante dell’intera storia: l’amore per sé stessi, per il potere, per i soldi, che deturpa la mente di alcuni personaggi chiave; l’amore per il proprio figlio che un genitore porta a livelli così estremi da rischiare di ucciderlo; l’amore tra fratelli, che va oltre l’apparente morte di uno dei due, l’amore tra i due protagonisti che neppure il destino più avverso e la realtà più spietata riescono a separare. Ma quando un sentimento è così forte da oltrepassare sé stesso, si compiono scelte sbagliate arrivando a prendere decisioni che portano fin alla morte.”

(dal sito ufficiale)


Il libro si chiude con un colpo di scena, lasciandoci con un bagaglio di domande che ancora cercano una risposta e con una curiosità e una voglia incontenibili di scoprire come proseguirà la storia. Questo ci porterà ad aprire immediatamente il secondo libro della serie o a precipitarci in libreria per acquistarlo!

Un debutto, quindi, con i controfiocchi per la nostra connazionale M.J. Heron!

BRAVISSIMA!!!






Nel ritratto più subdolo del tradimento si nasconde la chiave di un paranormal fantasy in cui l’intrigo, la passione e i colpi di scena si avvicendano a ritmo serrato fino all’ultima pagina.





Sinossi:
La visione di Kylaah sta per avverarsi. Uno dei kurann, nell’ombra, tesse malefiche trame per rovesciare il potere e ridisegnare i vertici dell’Antica Stirpe.
Mentre i fili della sorte burattinaia si muovono fino a intrecciarsi, Cris ha un unico obiettivo: trovare e uccidere l’assassino del padre. Ma i suoi piani non possono prevedere una madre che ritorna dopo molti anni per sconvolgergli la vita; tanto meno prevedono Lory, la ragazza arrivata con lei da Edimburgo che farà vacillare ogni sua certezza.
Per Cris la vendetta ora è lo scopo della vita, il resto solo un intralcio da eliminare. Neppure a Lory, giovane donna dalla sensualità dirompente, sarà concesso di distogliere un guerriero come lui dall’obiettivo primario. Impareranno presto che non c’è nulla di più incerto delle certezze. Quando l’amore è una variabile del destino, tutte le regole vanno riscritte per spezzare l’anello debole nelle infide catene dell’insidia.





 A CURA DI PAOLA ANGHILERI

Divorato!

Ho letteralmente divorato “Insidia”, secondo capolavoro della mitica M.J. Heron!

Dopo una serie interminabile di romanzi erotici, questo è stato un magnifico stop.

Era da tempo che non mi ritrovavo a leggere un libro con la voglia di andare avanti di corsa per sapere cosa sarebbe successo e contemporaneamente il timore che la fine arrivasse troppo in fretta. Una vera goduria!
Con “Insidia” ci troviamo davanti ad un romanzo corale, che da spazio a tutti i personaggi e non solamente alla coppia principale: ritroveremo Katherine e Armand, più maturi ed innamorati, che vedranno il loro futuro messo in serio pericolo; Thomas, il caro fratello di Katherine, che dovrà lottare contro gli incubi che lo stanno trascinando in un baratro senza fondo; Kylaah, la fredda e misteriosa madre di Armand, difficile inquadrarla bene e comprendere le sue scelte.
Accanto a loro verranno svelati poco a poco altri personaggi, a cominciare dal tenebroso Shamnos per finire con l’aitante kurann biondo Cris (protagonista del libro), e ne verranno introdotti molti altri nuovi, come la madre di Cris, Cora, e la simpaticissima Lory.
E sarà proprio quest’ultima, che con la sua semplicità, la sua allegria e la sua naturalezza riuscirà (con non poche difficoltà) a mettere in ginocchio il nostro bellissimo kurann biondo.
Cris è stato un personaggio poco approfondito in “Implosion”, in cui ci è sembrato il classico dongiovanni, ma ora lo vediamo sotto una nuova luce, attraverso i suoi dubbi e le sue paure.

Se c’è una cosa che apprezzo veramente tanto, e che tutte le volte mi colpisce, è la capacità dell’autrice di caratterizzare i personaggi. Riesce a dare a tutti una personalità diversa ma comunque “umana”, che permette al lettore di immedesimarsi con loro almeno una volta.
Con il suo modo di descrivere le situazioni, fa apparire le scelte e le riflessioni compiute dai vari personaggi (giuste o sbagliate che siano) così reali e naturali, logiche conseguenze dei fatti narrati che, ridendo, mi viene da pensare che potrebbero essere i miei vicini di casa quelli descritti nel libro!
Riesce a costruire personaggi anche molto complessi ed enigmatici (come Kylaah) che un momento ti sembrano buoni e onesti, mentre l’altro sei convintissima che siano loro i traditori… alla fine non ci capisci più nulla e non ti resta altro da fare se non metterti comodo e andare avanti a leggere, sperando che l’autrice abbia pietà e sveli l’arcano.
Molto ben congeniati anche i cattivi: spietati e calcolatori, crudeli e sanguinari. Non si fermano davanti a nulla e non hanno pietà di nessuno. Davvero inquietanti.
Essendo anche questo un thriller non posso svelarvi nulla sulla trama, che riprende i fatti da dove li avevamo lasciati: ci ritroviamo di nuovo nel mondo dell’Antica Stirpe, tra tradimenti, cospirazioni, vendette, amicizia, amore e azione. Tanta, tantissima azione.
Con la Heron non ci si annoia mai!

Ripercorrendo il successo di “Implosion”, in “Insidia” troviamo un’autrice più matura, ce lo dimostrano una trama molto più ricca e strutturata, un linguaggio più sviluppato, sofisticato e dettagliato, una storia d’amore più passionale (sono presenti molte più scene d’amore esplicite, ma comunque appassionate e delicate, niente volgarità).
Lo stile è il suo: scorrevole, chiaro ed accattivante, nonché molto coinvolgente. I dialoghi sono brillanti e arguti, le scene narrate trasudano sentimenti che investono il lettore, il quale, suo malgrado, si ritrova emotivamente coinvolto nel racconto: mi sono scoperta più volte a trattenere il fiato nelle scene di azione, a ridere di gusto durante i battibecchi, a piangere per le confessioni, a sospirare per i due innamorati… sono perfino arrossita! (lascio a voi il compito di scoprire quando).
E quando pensi di aver capito tutto, di aver risolto il mistero… boom… colpo di scena completamente spiazzante che ti lascia lì a bocca aperta chiedendoti come hai fatto a non accorgertene! Fantastica!
Vogliamo, quindi, parlare dello shock del finale? Quella è proprio l’ultima cosa che mi sarei aspettata!
Ma non vi dirò nulla, ho la bocca cucita. Lascio a voi il piacere di scoprirlo prendendo in mano questo fantastico libro e leggendolo tutto, in un crescendo di tensione e ansia tali da mangiarsi tutte le unghie, sia delle mani che dei piedi.
Detto questo… per me “Insidia” è stata un’ulteriore conferma della bravura dell’italianissima M.J. Heron! Aspetto con trepidazione il prossimo libro!



PS: carissima M.J. Heron, forse è un po’ presto per chiederlo ma… a quando il prossimo (e spero non conclusivo) libro sui nostri amati kurann?







L'autrice:
 M.J. Heron nasce ventotto anni fa sotto il segno dello scorpione, in una terra in cui le nebbie del mistero avvolgono il respiro e le antiche leggende ridisegnano i contorni del paesaggio.
Amante delle emozioni forti e di tutto ciò che può essere nuovo e stimolante, trova irrinunciabile la compagnia di un buon romanzo (classico, thriller o d'amore, a seconda del suo stato d'animo).
Nella scelta di una carriera universitaria che sembrava già tracciata, alla strada del giornalismo preferisce invece quella dell'interpretariato e traduzione, anche se sogna di continuare a scrivere fino alla fine dei suoi giorni.
Vorrebbe viaggiare nel passato, conoscere il futuro e disporre di giornate di almeno 48 ore. Intanto assapora il presente che sa riservare anche belle sorprese e si intrattiene con i personaggi che entrano nella sua mente senza bussare...
Nel 2012 pubblica il suo primo romanzo con la casa editrice De Agostini, intitolato Implosion.
Visita il sito dell'autrice: www.mjheron.it/index.html




E voi, avete letto questa serie?

Cosa ne pensate?






Se ti piace questa recensione clicca g+1 
Commenta il post per farci sapere la tua opinione!


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...