martedì 12 dicembre 2017

Recensione in ANTEPRIMA: "IL COLORE DEL CAOS" di Giovanna Roma




TITOLO: Il colore del caos

AUTRICE: Giovanna Roma

GENERE: forbidden romance

SERIE: volume unico

DATA DI PUBBLICAZIONE: 12 dicembre 2017

✫✫✫Sinossi ✫✫✫


Lui indossa jeans e tatuaggi. Io una divisa scolastica.
Lui ha un lavoro che ama, io una vita che odio.
Scott Turner è uno stronzo ventisettenne. Io, Allison Newborn, ammetto di essere una sedicenne difficile da gestire.

Gli sono caduta tra capo e collo e per questo crede di dettare le regole. Certo, continua a ripetertelo.
Abbandonata al lusso di una vita agiata, con due genitori sempre presi da sé stessi, è difficile obbedire agli ordini.

Tutto in lui gli urla di starmi lontano.
Tutto in me prega di combattere dei sentimenti che dovrei rinnegare.
Non abbiamo scelta, siamo costretti a trovare l'armonia in questo caos.
A volte gli incontri avvengono nel tempo sbagliato.
Ci trasformano per sempre.
Ci costano tutto.

Cos'altro può accadere a un amore proibito?

https://www.goodreads.com/book/show/32805614-razov


Link di acquisto:
Kobo / GPlay / iTunes
Amazon
 


✧ BOOKTRAILER ✧ 



✧ BOOKSPOT 




✫✫✫Excerpt reveal ✫✫✫


Lui è poco più grande di lei ed è assunto per le prime ore della serata, quando passano i clienti più tranquilli. Dopo l'ottimo lavoro che ha mostrato di non saper svolgere, dovrò licenziarlo. Dannazione, è arrivata fino in ufficio. Sarò costretto a cercarmi un nuovo nascondiglio.
«Mi dispiace, signor Tur-»
«Fuori, Joseph» ordino con un tono di ghiaccio. Annuisce e abbassa il capo. Sospetto non abbia recepito appieno il messaggio. «E porta via le tue cose. Non ti aspetto domani.»
Sgrana gli occhi su di me. Sta per ribattere, quando una vocina interviene. «Non sfogarti con lui.»
Trascino l'attenzione sulla mia ragazza proibita, il suo pugno ancora stretto intorno al pomello della porta. Non si cura di disturbarmi a lavoro, né si spaventa dell'uomo incazzato dietro la scrivania. Il mare sommergerà l’isola, prima che si accucci tremante in un angolo o si lasci intimidire.
Il mio umore cambia drasticamente, così come la concentrazione. Dai programmi per la nottata con Rachel, passo al momento in cui ho strappato Alli dal sedile di quella macchina.
«E da quando prendi decisioni al Devilish Kings?» Le vado sotto a muso duro, infuriato di non avere più un posto tranquillo in questa città. Ignoro la sua ritrosia. Per quanto mi combatta e si comporti da adulta, lei sarà sempre sotto di me. «C'è il tuo nome scritto da qualche parte?» Può abbaiare e mordere finché avrà fiato, non farà che alimentare lo scontro tra noi.
«È una questione di giustizia.»
Parla di giustizia con me? «È un concetto relativo. Per me non è giusto che tu vada in giro da sola, per te che io licenzi chi non sa svolgere il suo lavoro.»
Due occhi scaltri viaggiano dai miei alla bottiglia. «Hai bevuto.» Storce il naso sotto il mio respiro.
Con un cenno del mento ordino a Joseph di lasciarci. «La scuola non ha avvisato che oggi fosse la “giornata al lavoro col papà”.»
«Scott…»
Mi impongo di vagare con lo sguardo altrove, di ignorare il richiamo di Allison. Questa guerra non conosce tregua.
Voglio spaventarla.
Voglio alzarle la gonna.
Voglio che mi stia alla larga.
Voglio farla mia nel senso carnale del termine e voglio tutte queste cose da troppo tempo. Sono aggrovigliate in un nodo nello stomaco. Fantasie che non dovrebbero mai abitare la mente di un tutore. Mi trascinano verso uno stato primordiale, dove io sono l'uomo e lei il frutto proibito che non posso fottere.
«Ho un favore da chiederti.»

 IL COLORE DEL CAOS © Giovanna Roma



Allison ha 14 anni la prima volta che incontra Scott. Non ha idea di chi sia, ma gli è grata perché l'ha tirata fuori da un brutto guaio.
Allison ha 16 anni quando rivede Scott. Non ha idea di chi sia, ma gli è grata perché l'ha aiutata in un momento di difficoltà e ha... sì, ha risposto al suo bacio. Un bacio appassionato, troppo appassionato.
Lui ha 27 anni, lei 16.
Già questo, di per sé, potrebbe essere un problema, tuttavia non è il solo ostacolo. Ce ne sono altri e si svelano piano piano in un crescendo che toglie il fiato.
Il problema è che lei vuole lui e lui vorrebbe lei. Ma non è possibile, per loro non ci dovrebbe essere alcuna scelta.
Una ragazza di sedici anni trascurata dalla famiglia si ritrova come tutore proprio l'uomo proibito, che sembra volerla ma, al tempo stesso, la rifiuta; che la coccola e la maltratta e che...
Non voglio andare oltre con la trama, non voglio svelarvi nulla di più, ma devo fare i complimenti all'autrice per due aspetti in particolare.
Il primo riguarda la parte prettamente erotica del romanzo: sublime! Mai volgare, sebbene la “relazione” tra i due sia alquanto discutibile, sempre carica di eros e magistralmente descritta.
Il secondo riguarda invece la soluzione finale, la chiusura di un cammino che mi ha catturata dalla prima all'ultima pagina. Ho vissuto i tormenti psicofisici dei due amanti in modo viscerale. Ho sofferto per le lotte interiori di Scott, per la sua confusione che trovava pace solo nel caos che rappresentava Allison, la sua “Alli”.
Potrebbe sembrare un controsenso, ma non lo è. Scott recita una parte che si è auto imposto e nella quale si sente al sicuro, una sorta di copione che lo dovrebbe accompagnare verso la realizzazione del suo sogno più grande. Schiacciato da un passato difficile e dal peso dei sensi di colpa che lo accompagnano ogni giorno, non si rende conto di vivere come in mezzo a un fracasso assordante che lo distrae da se stesso e da ciò che è davvero importante. Un caos bianco, accecante, stordente e totalmente fuorviante.
Allison, invece, con la sua ingenuità, la sua fresca giovinezza e l'irrequietezza tipica delle adolescenti stravolge quel bianco e sparge milioni di colori. Colora quel caos rendendolo visibile, rendendolo migliore. Lei gli indica la strada: amore, un pizzico di follia, bisogno, gioia e spensieratezza. Con lei si sente vivo dopo troppi anni trascorsi a sopravvivere. Con lei anche guardare uno stupido telefilm diventa piacevole... il tempo stesso acquista valore, un valore che non ha nulla a che fare con il denaro.
Ma non può.
Non può rischiare la galera, tutto ciò che ha e, sopra ogni cosa, non può portarle via la giovinezza e la voglia di scoprire e scoprirsi per un'infatuazione che passerà lasciando dietro di sé solo desolazione e cenere.
Un groviglio di rifiuti e di peccaminosi incontri si snoda nel loro cammino fino a condurli al punto di non ritorno, oltre il quale non è possibile decelerare, fermarsi... salvarsi.
Come è stato possibile arrivare fino a quel limite? Come salvare il salvabile? Come rinunciare a un pezzo del proprio cuore?
La soluzione è nelle mani di questo eroe non eroe: è lui l'adulto, quello forte, quello che può e... che deve trovare la soluzione per non uccidere entrambi, per non morire di rimorso e risentimento.

Il colore del caos è un romanzo intenso, a tratti doloroso, dal ritmo incalzante che tiene incollato il lettore alle sue pagine in perfetto stile “Roma”.




SCOPRI DELLA STESSA AUTRICE:


        http://giovannaroma.blogspot.it/p/adam.html             http://giovannaroma.blogspot.it/p/razov.html 


   




✫✫✫GIVEAWAY Cartaceo ✫✫✫
"Il colore del caos" è online, siete pronti a stringerlo tra le mani? Voglio dare l'occasione di vincere una copia cartacea autografata del romanzo. 
Il giveaway durerà dal 12 al 18 dicembre, quindi per tutto il Release Blitz.
Ecco come partecipare:
  • LIKE alla pagina facebook dell'autrice
  • LIKE al suo post fisso;
  • TAGGA nei commenti del post fisso tre tuoi amici e digli perché vorresti leggere "Il colore del caos".
  • BONUS da 100 punti ;) : commentate il post con la foto (o link diretto) della vostra recensione per uno dei miei romanzi su Amazon.


Desiderate accedere a estratti, booktrailer, eventi e teasers esclusivi per questo e i prossimi romanzi? Entrate in 
e scoprirete le novità prima dei vostri amici, discuterete con altre lettrici e seguirete in diretta i miei lavori.

domenica 10 dicembre 2017

COVER REVEAL: "POINT BREAK - BOOK ONE: IN THE CITY" di Marion Seals

Dall’autrice bestseller Marion Seals è in arrivo il secondo volume della serie Living NY

 
   
 
Titolo: Point Break - Book one: in the city 
Autore: Marion Seals
Serie: #2 Living NY - #1 Point Break Duet 
Genere: Contemporary Romance, suspense 
Data uscita ebook: 17 dicembre 2017 
Data uscita cartaceo: da definire
   
Il destino li ha fatti incontrare. Il pericolo li ha costretti a fuggire. L’amore li metterà di fronte ai loro limiti.
Randy Bennett ha sempre saputo ciò che voleva da New York: la possibilità di essere se stesso e di realizzare tutti i suoi sogni. Per Charlotte Davis la city è una porta chiusa su un passato ingombrante, ma anche un nuovo lavoro, fatto di certezze e razionalità. Ryons e Finnigan, ex Forze Speciali e contractor alla BLACK EAGLES, vedono nella metropoli il luogo dove poter continuare a fare ciò che hanno sempre fatto: proteggere le persone, lasciando scorrere il tempo in una rassicurante routine. La Grande Mela, però, ha in serbo per tutti loro una sorpresa.
Ognuno di loro sarà messo alla prova, con il rischio di perdersi.
   
#1 Big Apple
 
#2 Point Break – Book one: in the city
Ebook: 17 dicembre 2017
 
#3 Point Break – Book two: on the road
Febbraio 2018
 
   
  Marion Seals è nata a luglio del 1970, vive in Sardegna con il marito, due figli e una tartaruga di nome Dago. Lettrice compulsiva, alterna la scrittura al suo ‘vero’ lavoro ossia la psicologa. Ama tutto ciò che è diverso e detesta tutto ciò che è troppo ‘normale’. Un giorno si è svegliata e ha deciso di scrivere un libro. Tutto qui. Sito Web | Pagina Facebook | Gruppo Facebook | Instagram | Twitter  

lunedì 4 dicembre 2017

Recensione + Giveaway: "VIVERE IN CONTROLUCE" di Giorgia Golfetto.


 Titolo: Vivere in controluce
Data di uscita: 04/12/2017
Genere: Narrativa
Pagine: 205


Sinossi:

Anna è una donna felice e realizzata: dipinge, è moglie, è madre.
Davanti a una tazza di caffè, un giorno, ripercorre passo dopo passo gli anni trascorsi dalla prima adolescenza. Con occhio velato, guarda dentro al suo cuore: che ora è libero dalle catene dell’odio e del rimpianto, ma non è sempre stato così.

A 14 anni, l’esistenza di Anna è stata travolta da un evento inaspettato. Da allora, si è resa conto che la vita non va confusa con la mera sopravvivenza: per vivere davvero, ci vuole coraggio, soprattutto ci vuole l’Amore.
Il suo è stato un lungo percorso di scoperta e crescita, di sofferenza e gioia: alla fine, ha ritrovato se stessa, quella bambina-donna che aveva smarrito nel dolore e nell’autolesionismo.
Anna ha imparato ad amare e a farsi amare. Ha trovato la strada giusta per il futuro che ora le appartiene.


BIOGRAFIA:

Giorgia ha 39 anni ed è una mamma e una moglie che ha dovuto interrompere tutto per i figli.
Il tutto non è importante, era tanto tempo fa.
È nata e vive in Veneto, vicino a Venezia. La città sul mare che ha ispirato e ospitato grandi artisti. Un luogo di eterna cultura e splendore.
Ha iniziato a leggere come tutti: a scuola. In tenera età prediligevo il gioco, crescendo ho scoperto la lettura e, con essa, sono cresciuta.
Ha iniziato a scrivere molto presto: poesie e pensieri. Aveva 13 anni quando “Les Fleurs du mal” di Baudelaire giunsero nelle sue mani, fu un caso e un amore a prima vista. Dopo la lettura del “poeta meledetto” iniziò a comporre brevi pensieri, talvolta in rima.
Nessun componimento superò il muro di cinta della sua casa, almeno fino all'avvento dei social media.
Polvere sui ricordi è il titolo della sua prima pubblicazione avvenuta nel Marzo 2017.
Odia la domanda “perché scrivi”. Scrive perché le piace e perché ha qualcosa da dire. Ama le storie che contengono un significato (foss'anche quello di divertire) e che sappiano scatenare emozioni forti. Con la scrittura e nella scrittura Giorgia si ricarica e trova il bandolo della matassa dei suoi vorticosi pensieri.
Non ama parlare di sé, preferisce lasciare frammenti del suo essere tra le pagine dei suoi racconti.
Se cercate titoli onorifici o lauree ad honorem, avete sbagliato persona: non ha una laurea né ha conseguito alcun premio letterario; per vincere bisogna partecipare. Lei non ha partecipato.
Nel tempo libero da scrittura e famiglia, Giorgia legge molto e spazia senza sosta da un genere all'altro, senza mai farsi mancare un classico.
Collabora in veste di recensore per il blog letterario Insaziabili Letture.
Ha scritto e auto pubblicato tre libri:
- Polvere sui ricordi (self Publishing) – Narrativa rosa contemporanea
Amore e guerra. La relazione profonda tra essere e vivere.
- Guida astronomica per genitori alienati (self publishing a quattro mani con l'autore Massimo Della Penna). - Comico - famiglia
Un ironico viaggio attraverso le piacevoli disavventure genitoriali.
- Non camminerai mai più da solo (self publishing con l'autore Stefano Iacuessa). - Narrativa contemporanea
Una novella sul rapporto tra due fratelli immersi in un contesto sociale alquanto comune.
Il genere che più le si addice è la narrativa rosa o contemporanea, tuttavia, è un'autrice che ama sperimentare e azzardare. Il suo motto è studio, impegno e applicazione.




 Giorgia Golfetto sa scrivere narrativa, lo sa fare bene. E non mi riferisco solo a una bella forma, a una sintassi ariosa e delle scelte lessicali precise. Ciò a cui penso dopo aver letto “Vivere in controluce” è al contenuto, allo straziante, bellissimo contenuto che è, purtroppo, sempre attuale.
Protagonista della storia è Anna, una giovane donna che ripercorre insieme al lettore le tappe di una giovinezza macchiata dall’indifferenza, dal dolore, dallo spettro di una dipendenza che non la abbandonerà mai, ricorrendo nei pensieri e nei ricordi come uno spettro che non resta passivo a osservarla, ma è in agguato, pronto a nutrirsi di lei e delle sue insicurezze.
Il romanzo è una lunga esegesi della nascita dei disturbi alimentari, qui calati e scatenati da vicende particolari, ancor di più le pagine della Golfetto rappresentano un umile e utile suggerimento: attraverso una vicenda esemplare, quella di Anna, passa un messaggio di speranza ma soprattutto di attenzione consapevole ai problemi. La forza di volontà, l’amore delle persone vicine, la cognizione di ciò che è bene e ciò che è male non bastano. Certo, aiutano, ma le dipendenze non funzionano in quel modo, non basta raggiungere la conclusione che sono sbagliate e autodistruttive per liberarsene, perché tirano in ballo tutta una serie di meccanismi di giustificazioni, di menzogne, di compulsioni che stritolano la coscienza, si sostituiscono alla ragione, fino a diventare un nuovo paradigma di comportamento soggettivo e sociale. Nella lente distorta dei disturbi, tutti i rapporti si misurano in una scala di necessità, o, ancora peggio, diventano alibi per sprofondare ancora di più nello spettro della malattia. È così che un ragazzo immaturo diventa motivo dell’acuirsi degli episodi di vomito, o ancora la fine di un’amicizia, il litigio con un parente… tutto, anche ciò che con il filtro degli anni sembra semplice, prevedibile, perfino stupido, va a costruire quel puzzle che è la bulimia, dotandolo di nuovi tasselli.
L’autrice è bravissima a descrivere cause ed effetti. La vita di Anna è lunga, e Giorgia non ha fretta di dare una soluzione parziale o forzata ai problemi. Si prende il suo tempo, descrivendo con cura e un’attenzione derivata da una certosina ricerca i passaggi e l’evoluzione della consapevolezza di Anna e al tempo stesso della sua malattia.
Anna e la bulimia, sono loro i due protagonisti, a volte complici, in altri momenti antagonisti, fino a diventare l’uno la nemesi dell’altro, impegnati in una lotta alla sopraffazione, una lotta in cui il lettore parteciperà con il suo affetto, le sue speranze, le sue pretese di giustizia per una ragazzina che ne ha subite troppe.
E chissà, forse a dare giustizia non sarà la vittoria sul passato, ma la capacità di perdonarlo, di perdonare se stessi e gli altri, così da poter costruire la felicità futura.
Giorgia Golfetto con questo romanzo ha trovato una dimensione perfettamente congeniale alla sua sensibilità. Anche lo stile apparirà diverso dai suoi lavori precedenti: è più penetrante, di sicuro più maturo, più attento all’aderenza ai suoi personaggi.
“Vivere in controluce” è un romanzo da far leggere a tutti, un romanzo che suggerisce di riflettere senza appesantirci di tensioni, ma dandoci gli strumenti per comprendere.
Non possiamo che ringraziare Giorgia per avercelo donato.





giovedì 30 novembre 2017

Anteprima: "LA TESTA NELLA SABBIA" di Damien Boyd





Traduttore: Roberta Maresca
Genere: Thriller
Editore: Amazon Crossing
Pagine: 
Prezzo: € 4,99 (ebook)
Uscita: 27 Febbraio 2018









La scoperta di una testa mozzata nel bunker di un campo da golf sconvolge la tranquilla cittadina inglese di Burnham-on-Sea. Chi ha potuto compiere un gesto tanto efferato? E che fine ha fatto il resto del corpo della donna così crudelmente mutilata? Quando poi viene rinvenuto un secondo cadavere, oltraggiato con lo stesso procedimento macabro, e i due casi sembrano ricollegarsi a un omicidio rimasto impunito negli anni Settanta, l’ispettore Nick Dixon e la sua squadra si troveranno coinvolti in una corsa attraverso e contro il tempo per impedire altre terribili decapitazioni.




La serie "Le indagini dell’ispettore Nick Dixon" è così composta:
2. LA TESTA NELLA SABBIA




L'autore:
Damien Boyd è diventato scrittore di gialli dopo una brillante carriera da procuratore legale. Grazie alla sua vasta esperienza di diritto penale e alla collaborazione con tanti detective, scrive storie poliziesche avvincenti e originali, ambientate nella regione del Somerset, dove è nato e cresciuto. Dopo L’ultimo volo del corvoLa testa nella sabbia è il secondo romanzo della serie con protagonista l’ispettore Nick Dixon.







Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...